L’Amministrazione Comunale ed Esselunga S.p.A. hanno raggiunto un’intesa che martedì, 10 settembre 2019, verrà proposta all’approvazione del Consiglio comunale di Ospitaletto, attraverso un addendum alla convenzione urbanistica per la realizzazione del Polo logistico, contenente l’impegno facoltativo massimo assunto dal Comune di Ospitaletto.

Il comune di Ospitaletto

Nell’intesa il Comune di Ospitaletto riconosce e dichiara che, ai sensi e per gli effetti dell’art. 44, comma 19, della L.R. n. 12/05, Esselunga S.p.A. scomputerà dall’importo dovuto al Comune di Ospitaletto, a titolo di oneri di urbanizzazione secondaria, il 50% del costo delle opere da realizzare e/o realizzate nei comuni di Travagliato, Cazzago San Martino e Castegnato, di cui all’accordo transattivo con i comuni stessi ed Esselunga S.p.A., sottoscritto il 2 agosto 2019, e che soddisfino le condizioni di seguito evidenziate:

  • che le opere previste siano effettivamente ritenute necessarie per far fronte agli impatti derivanti dall’intervento urbanistico
  • che vengano regolarmente documentate sia in sede preventiva che di rendicontazione.

L’importo

L’intesa prevede che l’importo di tutti gli scomputi previsto non potrà superare l’importo massimo di 1.100.000 euro e la rinuncia definitiva a tutti i ricorsi sia da parte di Esselunga S.p.A. che di tutti i comuni.

Leggi anche:  Maltempo: in Lombardia danni per 207 milioni

La parola al sindaco di Ospitaletto

“Esprimo soddisfazione per l’intesa definitiva con Esselunga, raggiunta anche grazie alla disponibilità di Esselunga S.p.A., che chiude ogni diatriba anche con gli altri Comuni, elimina ogni contenzioso ed accelera la realizzazione del Polo logistico, ferma restando la posizione assunta dal Comune di Ospitaletto in merito al procedimento urbanistico approvato, che esclude ogni obbligo di perequazione” ha dichiarato il sindaco di Ospitaletto, GianBattista Sarnico.

TORNA ALLA HOME