“Uniti per risolvere la situazione”. Hanno affermato questo, sia maggioranza che minoranza, durante la seduta di ieri sera, dopo aver saputo del distaccamento di Pompiano, che ha intenzione di fondersi con Trenzano e Corzano.

Compatti per il comprensivo

Sia il sindaco Gianpietro Maffoni che la minoranza, che usa la voce di Andrea Ratti, si sono detti disponibili a fare di tutto e anche di più per tenere Pompiano nel Comprensivo. Un problema del quale sono stati messi a conoscenza solo all’ultimo, a detta loro, e che adesso, con la concretizzazione dell’uscita di Pompiano dal loro comprensivo sta diventando sempre più grosso. “Perderemo finanziamenti e insegnanti – ha detto Maffoni in Consiglio – Siamo stati informati solamente all’ultimo e adesso stiamo cercando di fare il possibile affinché questa situazione non avvenga. Ho già preso appuntamento con il provveditorato, il presidente della provincia e gli enti competenti. Non lasceremo cadere la questione”. Ma non solo. “Al di là della politica, facciamo unione: esprimiamo come Consiglio il nostro parere contrario”. Presente durante la seduta anche la preside del Comprensivo Raffaella Ferranti, che ha informato che il collegio docenti ha votato contrario a questa modifica. Ora la decisione spetta alla Provincia, che si esprimerà entro ilo 31 ottobre.

Leggi anche:  Annullate le nomine della Casa di riposo di Capriolo

TORNA ALLA HOME