Ora anche i carabinieri hanno un sindacato. A fine settembre è stata creata la Segreteria Sim di Brescia, una delle prime in Lombardia.

Ora anche i carabinieri hanno un sindacato

Ora anche i carabinieri hanno un sindacato.  Il Sim (Sindacato italiano militare) è nato con l’assemblea costitutiva svoltasi a Roma il 2 febbraio. Si tratta della prima associazione a carattere sindacale delle Forze armate e, nello specifico, dell’Arma dei carabinieri. Una svolta storica resa possibile dalla modifica all’articolo 1475 del Codice dell’ordinamento militare che sanciva, fino alla sentenza 120 del 2018 della Corte Costituzionale, il divieto per i militari di costituire associazioni di carattere sindacale.

La Segreteria di Brescia

La Segreteria del Sim Carabinieri di Brescia, una delle prime in Lombardia, è stata creata il 27 settembre durante il primo congresso Sim della Lombardia, alla presenza del co-fondatore e segretario nazionale Dino Caputo e del neo eletto segretario generale regionale Gianluca Privitera.

Durante lo svolgimento del congresso sono stati eletti Roberto Quaglia, in servizio al Radiomobile di Chiari, come segretario generale provinciale, e Massimo Stori, della sezione di Polizia giudiziaria di Brescia, come segretario generale aggiunto. Con loro collaboreranno anche i segretari provinciali Nicola Bonsante, Daniele Sarappa (entrambi in servizio alla Stazione di Brescia La Marmora), Vincenzo Crisci di Rudiano e Cosimo Madaghiele di Adro. L’obiettivo del Sim è di creare un collegamento tra i carabinieri e la scala gerarchica dell’Arma, al fine di instaurare un rapporto di cooperazione, un ponte istituzionale per dare un contributo alla serenità del personale.

Leggi anche:  Lavoro in nero e caporalato: chiuso un laboratorio tessile

TORNA ALLA HOME PAGE