Oggi 3 dicembre 2018, è la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità. Una data proclamata dall’Onu nel 1981 allo scopo di promuovere i diritti e il benessere dei disabili.

Oggi è la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità

Una data importante. Una ricorrenza che si celebra ogni anno il 3 dicembre, dal 1981, per ricordare l’importanza di uno sviluppo inclusivo e sostenibile, per ridurre al minimo le disparità di genere, per sensibilizzare all’inclusione sociale, economica, politica di ogni cittadino.

Oggi è la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, proclamata dall’Onu per promuovere i diritti e il benessere dei disabili. Persone profondamente fragili che, purtroppo, nella maggior parte dei casi hanno minor accesso all’istruzione, minori opportunità economiche e tassi di povertà più alti rispetto alle persone senza disabilità.

Molto è stato fatto negli anni, ma tanto ancora rimane da fare. Anche in Lombardia.

Dove la cronaca ci racconta di splendidi episodi di inclusione, ma anche di deplorevoli fenomeno di bullismo nei confronti di persone che non si possono difendere.

Tanti esempi di inclusione

Inclusione vuol dire accogliere in una scuola media statale una ragazzina con una gravissima sindrome neurologica e farla diventare “una del gruppo”, accompagnarla in classe, toglierle il giubbetto, farle compagnia all’intervallo. E’ la storia di Dalia, 16 anni, che come dice la sua mamma “a scuola si sente davvero amata”…

QUI POTETE LEGGERE LA STORIA DI DALIA E DELLA SUA NUOVA CLASSE DI CESANO MADERNO

Il sogno di Pizzaut

Inclusione vuol dire sognare di avviare uno spazio gestito da ragazzi con autismo. E’ il sogno di Nico Acampora che piano piano diventa sempre più reale. Grazie all’impegno e ai grandi sforzi dell’Associazione Pizzaut (qui il link per fare una donazione) e di tutti i cittadini che hanno aiutato a farla crescere, presto nascerà la prima pizzeria dove integrazione e relazione saranno il condimento essenziale.

Leggi anche:  Merenda benefica per aiutare i bambini

Ecco il video preparato dai ragazzi di Pizzaut in occasione di Natale 2018

Leggi anche:  Santa Lucia in anticipo con la Concordia Bagnolo

QUI POTETE LEGGERE I TANTI ARTICOLI SCRITTI SU PIZZAUT 

Lo sport è per tutti

Inclusione significa anche fare in modo che i giovani con disabilità possano fare attività sportiva come tutti i loro coetanei. Esemplare l’idea lanciata dai Ragni di Lecco che con “Born to Climb”, ovvero “nati per arrampicare” hanno dato il via ad un progetto di didattica inclusiva pensato per avvicinare bimbi, adolescenti e giovani con disabilità all’attività dell’arrampicata.

Il progetto include un ciclo di incontri nei quali ragazzi ciechi e ipovedenti fra i 6 e i 17 anni, residenti in provincia di Lecco, potranno imparare l’attività dell’arrampicata.

QUI TROVATE TUTTE LE INFORMAZIONI

Ma non c’è solo il bello

Purtroppo però ci sono ancora tanti, troppi fatti di cronaca che raccontano invece il lato peggiore delle persone.

E’ oggi la notizia di un gravissimo episodio di bullismo avvenuto nel Torinese dove, sabato sera, un gruppo di ragazzini down è stato letteralmente cacciato da una trattoria dove avevano prenotato per mangiare. A raccontarlo è stata una delle mamme presenti durante il fattaccio.

QUI IL RACCONTO DI QUANTO ACCADUTO

LEGGI ANCHE: Ma quante giornate internazionali ci sono?