Nuovi stanziamenti arrivano dalla Regione per far fronte al sovraffollamento dei Pronto soccorso

Nuovi stanziamenti per i Pronto soccorso

“Regione Lombardia farà fronte al sovraffollamento dei Pronto soccorso, che si verifica ogni anno in concomitanza con i picchi influenzali, con uno stanziamento di 4 milioni di euro destinati a tutte le Asst e Irccs regionali. I fondi potranno quindi essere utilizzati dalle strutture ospedaliere per ricorrere a posti letto aggiuntivi”. Lo ha annunciato oggi l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera.

La situazione a Brescia

Per la realizzazione degli interventi sono stati infatti messi a disposizione complessivamente 4 milioni di euro ripartiti tra le Ats in proporzione al numero degli accessi in pronto soccorso del 2016 negli ambiti territoriali di riferimento. Per l’Ats bresciano lo stanziamento complessivo è di 498.143 euro. Il totale è stato calcolato sulla base del numero di accessi pari a 486.838. La percentuale su totale regionale è di 12,5%.

Incremento dei posti letto

“Le Asst e gli Irccs pubblici dotati di Pronto soccorso, Dipartimenti di emergenza e urgenza (Dea) ed Emergenza ad alta specialità (Eas) potranno far fronte ai maggiori accessi, avvalendosi di tre modalità di incremento dei posti letto”, ha spiegato l’assessore Gallera. “Queste sono l’aumento temporaneo di quelli interni alla struttura e l’utilizzo di quelli messi a disposizione da strutture sanitarie accreditate e a contratto nell’ambito del budget assegnato. Inoltre l’attivazione di convenzioni con strutture sanitarie e unità d’offerta sociosanitarie di RSA. Infine verranno attuate cure intermedie che convertano temporaneamente parte dei posti accreditati in degenze per subacuti”.

Leggi anche:  Agricoltura: via libera alla deroga per gli spandimenti zootecnici