Collettivo gardesano “Non una di meno” contro Paganella, il gruppo ha rivendicato lo striscione

Azione

Sabato mattina le attiviste e gli attivisti del collettivo “Non una di meno” hanno esposto uno striscione a Castiglione delle Stiviere in piazza San Luigi e in via Cesare Battisti, sede del municipio.

“Questa mattina abbiamo voluto far sentire la nostra presenza a Castiglione d/S, dove nei giorni scorsi l’Assessore alla Cultura Manlio Paganella se ne è uscito con quell’infelice frase “ci sono donne fertili, ci sono donne inutili”. 

“Da parte nostra crediamo che una donna non possa essere ridotta a mera fabbricatrice di figli e che Paganella dovrebbe porgere scuse pubbliche. Nonostante il sindaco Volpi gli abbia revocato gli incarichi, da parte loro per ora non si sono sentite scuse e, anche se non è più parte della Giunta comunale, le sue parole restano e puzzano di marcio.
Chiediamo a Paganella e a Volpi delle scuse pubbliche. Chiediamo l’interdizione di Paganella da qualsiasi evento patrocinato dal Comune di Castiglione. Chiediamo che questa Giunta e qualsiasi altra non sponsorizzino più eventi sessisti e fascisti.
E ci dispiace dover ammettere che abbiamo avuto ragione a creare un’assemblea di Non Una Di Meno anche in questo territorio. C’è molto bisogno di noi!”