C’è un mistero che avvolge una delle tombe del camposanto di Orzinuovi, e quel mistero riguarda una lapide del 1861, dove giace Maddalena Tenchini, che non si è mai decomposta, e che tutti chiamano la «santa dei miracoli».

Non si decompone da 158 anni: Maddalena è santa

E’ una storia del passato che non tutti conoscono, quella di Maddalena Tenchini, morta a 57 anni il 6 ottobre del 1861, ma che è ancora popolare fra gli anziani di Orzinuovi.
Ancora oggi la chiamano «la santa» proprio perché, nonostante sia stata riesumata dalla terra per tre volte, a distanza di anni, ben 158, le sue spoglie rimangono comunque intatte.
Una storia controversa, fra leggenda e verità, che suscita ancora curiosità fra i visitatori del camposanto cittadino, che passando davanti alla sua lapide non possono fare a meno di fermarsi ad osservare per pochi istanti e chiedersi chi sia: in fondo al viale, l’ultima lapide a destra, quasi nascosta in un angolo.
La lastra di marmo è sottile e antica e porta un’incisione semplice: «Qui giacciono le spoglie di Maddalena Tenchini morta 1861», coperta da centinaia di corone di rosari e forse fa miracoli e grazie.

Leggi di più su Manerbio Week, in edicola venerdì 8 febbraio

Leggi anche:  A Pasquetta tutti di corsa con l'Avis di Urago

TORNA ALLA HOME