Le elezioni studentesche all’Istituto statale Don Lorenzo Milani di Montichiari hanno visto la strepitosa affermazione del giovane Mattia Venturelli, che con 637 voti ha surclassato tutti gli altri candidati, ottenendo da solo il voto di due alunni su cinque.

Mattia Venturelli: chi è?

18 anni, calcinatese, pupillo della classe quinta A del liceo delle scienze umane, Mattia è da sempre un alunno brillante con risultati positivi in tutte le discipline e una gran voglia di fare, non solo nella sua scuola, come attore negli spettacoli teatrali e al popolarissimo “Don Milani Show”, ma anche fuori, come animatore all’Oratorio Don Vincenzo Bertini al suo paese.

In queste attività nessuno ostacolo lo ha fermato, nemmeno quello uditivo. Pur avendo una ipoacusia neurosensoriale profonda bilaterale, superata dalla presenza dall’età di tre anni di impianti cocleari bilaterali sequenziali grazie all’intervento chirurgico dell’Ospedale dei bambini “Ronchettino” e il supporto dell’Associazione genitori dei sordi bresciani, da tempo considera il problema della sordità “un limite dal quale trarre un vantaggio”, come ama ricordare.

L’intervista

“Dopo il risultato di queste elezioni – afferma – è più che mai evidente che non esiste alcun handicap fisico che possa impedire di rivestire un ruolo importante come quello del rappresentante d’istituto”.
“Spero di offrire un contributo concreto alla mia scuola – dichiara entusiasta Mattia – sensibilizzando gli studenti a capire che essa per loro deve essere un po’ una seconda casa, aiutandoli a dotarla di attrezzature e spazi dedicati per accogliere al meglio ciascun ragazzo”. Fra gli obiettivi suoi e degli altri tre delegati eletti nell’istituto diretto dalla preside Claudia Covri, il giovane segnala “la necessità di coinvolgere tutti nella realizzazione degli eventi scolastici e nella partecipazione ai mille progetti e attività didattico-educative”.

Leggi anche:  Giovani in concerto a Rovato per santa Lucia

“Perché davvero il Don Milani torni nelle mani degli studenti – sottolinea – è innanzi tutto necessaria la volontà da parte di tutti noi studenti di metterci in gioco e operare, lasciando alle prossime generazioni una scuola più bella di quella che abbiamo trovato quando ci siamo entrati”.

Con lui entrano nel Consiglio di Istituto della scuola di via Marconi i compagni Sarah Carella, Nicola Jovanovic e Matteo Bertini. Nel parlamentino del Don Milani sono stati eletti anche i signori Simona Cherubini, Elena Rossi, Tommaso Perez ed Elisa Dondi per la componente dei genitori, i professori Daniela Bologna, Monica Felappi, Salvatore Porrello, Flavio Marcolini, Francesca Potenza, Maura Comencini, Antonio Maione ed Emanuele Novelli in rappresentanza degli insegnanti e gli operatori Sabrina Uras e Vincenzo Collura per il personale amministrativo, tecnico e ausiliario.

TORNA ALLA HOME