Lune di Teatro, l’edizione 2019 è stata presentata questa mattina (lunedì 17 giugno) nella Sala dell’Orologio a Desenzano del Garda. Il primo appuntamento è per venerdì 21 giugno con «Le stagioni in città» nei locali della biblioteca di Manerba del Garda alle 21.15.

La magia del teatro toccherà sei comuni del Garda

I comuni coinvolti in questa diciannovesima edizione sono: Desenzano del Garda, Manerba del Garda, Moniga del Garda, Padenghe sul Garda, Polpenazze del Garda e San Felice del Benaco. Tema centrale di quest’anno è l’attenzione verso l’ambiente e l’ecologia. Questo non solo per questioni legate strettamente all’ambiente ma perché ciò permetterà di vivere il territorio come fonte alla quale attingere e dalla quale nutrirsi di emozioni e sentimenti di pura bellezza.

Due, in particolare, le novità di questa edizione targata 2019. Accanto agli spettacoli tradizionali troviamo infatti «I sentieri di Lune» e «Lune in festa nel borgo».

Il primo prevede un sentiero in mezzo alla natura da percorrere a piedi lungo il quale poter godere di performances di vario genere per un totale di due ore e quindici minuti. Il percorso in questione è il Parco lacustre della Rocca.

Il secondo è volto a ricreare un giorno di festa popolare. I racconti ai quali potrà assistere un numero minimo di persone, verranno ripetuti ogni ora nell’arco del pomeriggio. Canzoni e danze popolari la faranno da padrone. Agli abitanti verrà poi chiesto di esporre davanti alle abitazioni strumenti e attrezzi della tradizione. Il tutto per entrare o rientrare in contatto con le nostre radici più profonde.

Un’idea di teatro senza confini

«Questa rassegna si inserisce in un’ottica che sto cercando di portare avanti sempre più promuovendo eventi che non siano solo ed esclusivamente centrati su Desenzano del Garda. La possibilità di fare arte, in questo caso teatro, in diversi comuni offre la possibilità di visitare un intero territorio, quello del Garda appunto» ha dichiarato l’assessore alla cultura del comune di Desenzano del Garda Francesca Cerini.

Leggi anche:  Gardone Riviera celebra le Forze Armate e l'Unità Nazionale

Da 19 anni teatro fa rima con territorio

«Dal 2000 operiamo per coniugare la nostra passione, fare teatro, con la vocazione del teatro stesso che è un’importante forma di comunicazione. Noi coinvolgiamo le comunità dei vari territori invitandole a partecipare alle proposte teatrali ma anche alle diverse iniziative. Tra queste le scuole di teatro per ragazzi, la Garda Lake Junior Theater quest’anno a Manerba del Garda il quale frutto del lavoro debutterà in apertura di rassegna il 21 giugno e il Laboratorio Adolescenti, corso intensivo di teatro della durata di una settimana a Palazzo Cominelli di Cisano di San Felice del Benaco» ha dichiarato Faustino Ghirardini che firma la direzione artistica.

Anche quest’anno, inoltre, andrà in scena uno spettacolo prodotto dalla Compagnia dell’Asino Verde. Quest’ultima nasce nel 1998 dalla collaborazione tra l’Associazione Anffas di Desenzano del Garda e l’associazione culturale Viandanze. Il suo titolo è «In punta di piedi» in scena il 9 luglio in Castello a Desenzano del Garda e l’11 luglio in piazza a Cisano di San Felice del Benaco.

Tutti gli spettacoli avranno inizio alle 21.15 e saranno ad ingresso libero.

Alla conferenza stampa sono inoltre intervenuti Luisella Girardi assessore alla cultura del comune di Padenghe sul Garda, Isabelle Riz assessore alla cultura del comune di San Felice del Benaco e Augusto Rampa della Rifra Masterbatches.

TORNA ALLA HOMEPAGE