(foto d’archivio)

Il Circolo Legambiente del Basso Sebino lancia l’allarme. Il gruppo è preoccupato per  le condizioni  del l lago Iseo e per il perdurare delle condizioni di siccità.

Sebino con poca acqua

Parole preoccupate quelle di Legambiente Basso Sebino che ha diffuso un comunicato:

La primavera anticipata  annuncia una fase  di incertezza per l’agricoltura padana: le riserve  sono quasi esaurite e neppure si può contare sullo scioglimento delle nevi.

Una spia del  cambiamento climatico in atto che dovrebbe indurre a prendere adeguate contromisure. Un consumo più razionale dell’acqua si impone a partire da un cambio dei paradigmi dell’agricoltura intensiva che brucia imponenti quantità d’acqua. Se il serbatoio del Sebino è in stato di emergenza mancano di 59 milioni di mc di acqua, anche gli altri laghi lombardi stanno soffrendo a dimostrazione che il problema è generale.

Complessivamente i Laghi Maggiore, di Como e d’Iseo stanno stoccando solo 70 milioni di mc d’acqua, su una capacità d’invaso di ben 760 milioni di mc complessivi. Con il bacino vuoto e un alto inquinamento delle acque, sono continui i ritrovamenti di rifiuti riversati nel lago, c’è poco da stare allegri.

LEGGI ANCHE: Saranno smaltiti i rifiuti abbandonati lungo l’Oglio a Paratico