Lavori pubblici Montichiari che cambia. L’Assessorato ai Lavori Pubblici guidato da Beatrice Morandi si è fatto carico di un lavoro imponente e attento.

Una città che cambia

Come recitato dall’Assessorato ai Lavori Pubblici – manutenzione di strade, marciapiedi ed edifici comunali, maggiore sensibilità per i diversamente abili, investimenti in nuove opere con massima priorità alle scuole, ai centri di aggregazione e ai luoghi per la terza età, sono le “cifre” del piano triennale delle opere pubbliche 2018/2020, approvato lo scorso 21 dicembre a maggioranza dal consiglio comunale di Montichiari. Sarà un impegno decisivo per cambiare la città che segnerà un cambiamento decisivo rispetto al passato.

I punti salienti in campo

– conclusione delle lottizzazioni ancora aperte e presa in carico delle opere ad esse collegate

– investimenti consistenti su strade e marciapiedi

– nuove piste ciclabili (Vighizzolo, via Arzaga), ormai già a buon punto

– rotatorie e marciapiedi (via Battisti, ormai conclusa, e zona Tre Aranci)

– riqualificazione di via Mantova e del tratto iniziale di via Brescia

– riqualificazione dell’ex stadio Menti che diverrà un parco urbano con spazi dedicati a varie fasce d’età

– realizzazione di attraversamenti pedonali in sicurezza (in particolare nella zona Scoler, area a forte espansione, e in località Santellone)

Leggi anche:  A Clusane sono nate le tinche (al forno) del futuro VIDEO

– fondi per il Pums (Piano urbano per la mobilità sostenibile) che rivoluzionerà il modo di muoversi in città

– fondi per il Peba (Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche), al fine di rendere più facile la vita a chi è in condizioni di handicap

– nuove opere in ambito scolastico (scuole primarie di S. Antonio, di via Falcone e secondaria Don Milani, quest’ultima in collaborazione con la Provincia)

– fondi per centri di aggregazione e socializzazione (riqualificazione dell’area esterna del centro polivalente di S. Giustina e realizzazione di una nuova struttura ricreativa a Boschetti)

– strutture della terza e quarta età (finanziamenti per l’ampliamento di posti alla Rsa della Casa albergo e del Centro diurno integrato)

– progetto di riqualificazione del cimitero (una nuova rampa di accesso, riqualifica del corridoio vicino alle cappelle di famiglia, realizzazione di urne cinerarie)

– estensione della rete fognaria nelle zone ad oggi non coperte

Un impegno decisivo

L’Assessorato ai Lavori Pubblici guidato da Beatrice Morandi si è fatto carico di un lavoro imponente, attento e meticoloso, nato dalle necessità della popolazione, che presto vedrà la città offrire ancora più opportunità per tutte le fasce d’età.