Domenica 17 marzo alle ore 17:15, a margine dell’antica Fiera di San Giuseppe “Dillo coi fiori”, verrà messo in scena presso il Cinema Teatro San Luigi, lo spettacolo teatrale musicale “Hosterie e canto popolare. La vita è così: chi ga miå la cartå se frigå el cü coi dì””, promosso dall’associazione di volontariato “El Castel” e dall’amministrazione comunale di Castel Goffredo.

L’associazione “El Castel” a teatro in occasione dell’Antica Fiera di San Giuseppe

Lo spettacolo scritto e diretto da Nicola Armanini va ad approfondire la storia delle Osterie e del canto popolare fin dalla notte dei tempi, grazie alla maestria dei cantastorie, ai loro costumi, ma soprattutto alla loro musica. Il teatrino diventerà per circa un ora e mezza una grande Piazza all’aperto, dove poter sognare, ridere e commuoversi.

La messa in scena dello spettacolo è nelle mani dei PIÖCC: Piccola Orchestrina Cantastorie Castellani capitanati da Nicola Armanini e Marina Castelli a cui si affiancheranno gli istrionici Oscar e Tiziano Maifredi e Lucia Gorgaini.

Leggi anche:  La Festa di Duomo ha fatto il pienone

Com’è formata l’orchestrina?

L’Orchestrina è così formata: Federico Motta al contrabbasso, Claudio Contratti alla fisarmonica, Alberto Fazzi alle percussioni, Claudio Bazzani alla chitarra solista, Enrico Pasini chitarra. All’Orchestrina si affiancherà inoltre Rinaldo Treccani chitarra e voce, che proporrà alcune sue ballate in dialetto scritte apposta per l’occasione. L’opera è stata scritta anche grazie ai ricordi e alle testimonianze raccolte di diversi castellani e casalmoresi che hanno ancora a cuore e malinconia per osterie di una volta, vere e proprie fucine di cultura popolare.

TORNA ALLA HOME