«Itaca Day», questo il titolo dell’iniziativa che si terrà venerdì 5 luglio nelle acque del golfo di Salò dove la vela si trasforma in terapia.

A Salò l’unica regata del progetto a svolgersi in notturna

L’iniziativa è promossa dall’Associazione Italiana contro le Leucemie e il Mieloma (sezioni di Brescia e Verona) per la riabilitazione psicologica e il miglioramento della qualità della vita dei pazienti onco-ematologici.

La tappa di Salò, organizzata dalla Canottieri Garda che aderisce a questa iniziativa dal 2006, è l’unica regata del Progetto che si svolge in notturna. Gli equipaggi, composti da pazienti, medici, infermieri, psicologi, skipper e velisti scenderanno in acqua poco dopo il tramonto per trascorrere una serata all’insegna della leggerezza e della serenità che lo sport della vela sa regalare.

Esso si caratterizza come occasione unica che consente ai pazienti di provare nuove emozioni, andando a fornire una visione diversa della malattia sia  agli stessi pazienti sia, più in generale, all’opinione pubblica la quale è portata a vedere i malati di cancro con preoccupazione: il fatto di poter fare terapia lontani dai tradizionali luoghi di cura, all’aria aperta e in una situazione di parità e reciprocità tra medici e pazienti, influisce in maniera incredibilmente positiva sulla salute psico fisica del soggetto, fornendo allo stesso stimoli di positività nell’approccio alla malattia ed alla sua cura.

Leggi anche:  Chiesa gremita a Palazzolo per l'addio a Luciano Demasi VIDEO

TORNA ALLA HOMEPAGE