Il primo derby sul campo sintetico del “Don Aldo Moratti” di Castel Goffredo è stato disputato il 16 settembre, l’inaugurazione ufficiale sarà domenica alle 10.

Inaugurazione del “Don Aldo” e primo derby

In tempi da record, anche la pista di atletica è stata completata come il progetto di riqualificazione dei 12 mila metri quadrati. “Basta ruspe, escavatori cingolati e bulldodzer – ha affermato Davide Ploia, assessore – ci sono gli impianti di illuminazione, il sistema di irrigazione ed i restanti 2 spogliatoi del primo lotto dell’area di atletica”.

La situazione

Il tesoretto dei lavori ammontava a 500 mila euro lordi. Del mezzo milione di euro, un quarto è un contributo a fondo perduto, ovvero è un finanziamento erogato a fronte di un investimento dell’imprenditore per l’acquisto di beni strumentali o documentazione di spese, come le fatture dei fornitori. Della restante quota parte, c’è una agevolazione fiscale da parte del «Comitato olimpico nazionale italiano» a tasso zero per dieci anni.

Leggi anche:  "Sport e disabilità" un convegno ad Iseo in occasione di "Yseo for sport"

Cosa conteneva il budget

Nel budget dedicato alla riqualificazione dell’impianto sportivo polivalente esistono anche dei finanziamenti da privati e una compartecipazione economica sia dall’amministrazione comunale con 150 mila euro, che dalla polisportiva. L’impresa che ha curato i lavori è la “Mast srl” ed il progettista e direttore dei lavori è il geometra Mauro Lazzari. “Il grande sforzo – ha detto Paola Tonini, presidente della polisportiva da 7 anni – va a vantaggio dei mille trecento tesserati della polisportiva. Chi fruirà abitualmente del servizio della nuova area di atletica sarà un castellano su dieci”.

Valentina Li Puma