È la dottoressa Ilaria Grossi la vincitrice della borsa di studio Rodella 2018 con il suo progetto dal titolo I microRNA circolanti esosomiali: caratterizzazione di nuovi marcatori periferici di risposta al trattamento con sorafenib in pazienti con carcinoma epatocellulare avanzato/non resecabile.

La ricercatrice, alla quale vanno dieci mila euro, verrà premiata domani mattina,  sabato 1° dicembre, a partire dalle ore 10 nella Sala consiliare del Comune di Montichiari.

A coordinare la cerimonia sarà la professoressa Giuseppina De Petro, Professore Ordinario di Biologia Applicata dell’Università di Brescia e responsabile del laboratorio di progetto, affiancata dagli interventi del Sindaco di Montichiari Mario Fraccaro, del Vescovo Ausiliare emerito di Brescia Vigilio Mario Olmi, dell’Abate di Montichiari Cesare Cancarini e dei presidenti delle associazioni organizzatrici e  di altre realtà locali.

Ventuno le edizioni di un premio importante per i giovani ricercatori

Il premio di studio Francesco Rodella, che quest’anno coincide con il ventesimo di fondazione dell’associazione Davide Rodella,  ente organizzatore della cerimonia e che registra la collaborazione dell’Avis e dell’Aido provinciale e locale, toccherà sabato le ventuno edizioni  di straordinaria promozione e supporto alla ricerca scientifica e ai giovani impegnati sul fronte delle nuove scoperte mediche.

Leggi anche:  Fabrizio De Andrè raccontato in biblioteca a Salò da Giorgio Cordini

TORNA A HOME PAGE