I cinghiali non risparmiano Sebino e Franciacorta: serve una soluzione. Per cercare di risolvere il problema sette sindaci hanno scritto a prefetto, Regione e Provincia.

I cinghiali non risparmiano Sebino e Franciacorta

L’unione fa la forza. Specialmente quando bisogna combattere contro l’annoso problema dei cinghiali che, dagli incidenti sulle provinciali sebine e franciacortine ai disastri nei terreni delle aziende agricole e vitivinicole, stanno creando diversi danni e mettendo a repentaglio la sicurezza dei cittadini.

Per far sentire la propria voce i sindaci dei Comuni di Iseo, Paratico, Capriolo, Adro, Corte Franca, Provaglio e Polaveno hanno inviato al prefetto, a Regione Lombardia e alla Provincia una lettera scritta a sette mani chiedendo un tempestivo intervento per arginare il fenomeno d’espansione dei cinghiali. L’iniziativa, trasformatasi in un atto congiunto, è partita però dal consigliere iseano delegato all’Ambiente, Pesca e Lago Raffaele Barbieri. Una risposta dagli enti è già arrivata e sono già iniziati alcuni prelievi sul monte Cognolo e sul monte Alto.

Il servizio con gli approfondimenti sul numero di Chiariweek in edicola oggi, venerdì 1 novembre.

Leggi anche:  Dalla Regione in arrivo fondi per le Comunità Montane

TORNA ALLA HOME PAGE