I bresciani aspettano il pellegrinaggio a Lourdes con i malati che come ogni anno prende il via nella settimana di Pasqua.

Il viaggio in treno

Sono iniziate le iscrizioni al pellegrinaggio del Centro Volontari della Sofferenza di Brescia, in collaborazione con i Silenziosi Operai della Croce, le due associazioni fondate dal beato Luigi Novarese (1914 – 1984).

Il pellegrinaggio, che quest’anno si svolgerà dal 16 al 23 aprile, da oltre 40 anni conduce in treno a Lourdes, nei sette giorni della Settimana Santa, più di 500 persone fra fedeli, malati (molti in barella e in carrozzella), volontari, medici e religiosi. La scorsa edizione il treno è partito da Rovato in Franciacorta.

Anche il vescovo Sigalini in treno

A guidare le meditazioni e le preghiere quest’anno sarà Sua Eccellenza monsignor Domenico Sigalini, vescovo di origini bresciane, che porterà i partecipanti alla riflessione sul tema “Beati voi poveri, perché vostro è il regno di Dio” (Lc 6,20).

Il viaggio si svolgerà in treno, attrezzato al trasporto di malati ad esempio, di SLA, quelli affetti da decalcificazione alle ossa, ai traumatizzati per gravi incidenti, e ai disabili gravi.

Leggi anche:  "Mi batterò affinché non ci sia un altro Paolo Scaroni"

Pellegrini e volontari

E’ possibile iscriversi e prendere informazioni presso la comunità dei Silenziosi Operai della Croce di Montichiari chiamando il numero 030-9961238 oppure visitando l’ufficio del CVS di Brescia nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì (dalle ore 9.30 alle 12). Sempre in città è possibile chiamare il numero 030-2312083. Il termine per iscriversi a questa esperienza è previsto per il 24 febbraio prossimo. Per chi fosse interessato a partecipare al pellegrinaggio a Lourdes può anche consultare il sito delle diverse realtà presenti come volontari.