Gruppo civico contro Stefano Finadri, attuale presidente del consiglio comunale di Castiglione delle Stiviere, sfiduciato dagli ex compagni di lista

Sfiducia

I social ancora protagonisti a Castiglione delle Stiviere. Sulla pagina Facebook del gruppo Associazione Culturale Castiglione Civica 2.0 si legge un comunicato stampa in cui il gruppo – che alle passate elezioni presentò come candidato sindaco Stefano Finadri (attuale presidente del Consiglio Comunale) – “sfiducia” lo stesso Finadri e chiede al sindaco Volpi di mettere all’ordine del giorno una mozione di sfiducia.

Il testo

“Con l’occasione, il gruppo Castiglione Civica intende, inoltre, porre all’attenzione dei propri concittadini il comportamento del Dott. Finadri, che si è mostrato, per l’ennesima volta, alquanto inadeguato rispetto al ruolo da lui ricoperto, risultando di parte per non aver richiamato, nell’ormai tristemente celebre Consiglio Comunale, come era suo preciso compito, il Prof. Paganella all’utilizzo di un linguaggio corretto e non lesivo della dignità umana”.

“Purtroppo, come già accaduto in altre occasioni, il Presidente del Consiglio ha, a nostro avviso, trascurato i valori etici e morali che tale figura richiede. Il regolamento del Consiglio Comunale recita infatti che: “nell’esercizio delle sue funzioni il Presidente s’ispira a criteri d’imparzialità, intervenendo a difesa delle prerogative del Consiglio e dei singoli consiglieri”. Il Presidente, in altre parole, deve essere un primus inter pares, ossia una guida e un coordinatore di persone sue pari. Il Dott. Finadri, invece, spesso con tono supponente, trascura questi valori e, fatto più grave, non tiene conto dei consigli del nostro Sindaco, degli Assessori e dei suoi colleghi consiglieri”.

“A tal proposito, nel sopra citato Consiglio, dopo un’interpellanza indirettamente posta nei suoi confronti dal Consigliere Ferrari e com’è possibile constatare dal video in streaming della seduta, il Primo Cittadino ha chiesto esplicitamente al Presidente del Consiglio di astenersi da qualsiasi risposta.
Al contrario quest’ultimo, infrangendo le sue prerogative, ha replicato con tono stizzito alla chiara e provocatoria interpellanza, non rendendosi conto del vero senso e del fine politico di quest’ultima dimostrando, in tal modo, che le tanto apprezzate e decantate regole del Consiglio per lui non si applicano.
Castiglione Civica si dissocia dall’operato dell’ex candidato sindaco, ritenendo anche per queste ragioni che il Dott. Stefano Finadri non abbia mai rappresentato appieno né i punti del programma, né gli elettori del gruppo, risultando così una voce singola ed unipersonale all’interno del Consiglio Comunale”.

Leggi anche:  Il Premio Rinaldo  Rossi a Castiglione delle Stiviere

“Cogliamo infine l’occasione per complimentarci con l’ottimo operato finora espresso dalla maggioranza guidata dal Sindaco Volpi.
Al fine di evitare ulteriori polemiche che rischiano di ledere l’amministrazione ci auguriamo, per il futuro, che il Primo Cittadino sia in grado di prendere decisioni coraggiose anche nei confronti di chi ormai non rappresenta più né il proprio elettorato né il proprio programma e, insieme con il Consiglio Comunale, provvedano quanto prima alla calendarizzazione di una mozione di sfiducia nei confronti dell’attuale Presidente del Consiglio dimostrando ancora una volta di possedere leadership e coerenza con i Suoi elettori e con le liste che lo hanno sostenuto nella scorsa tornata amministrativa”.

TORNA ALLA HOME