Avviso di garanzia per due dipendenti comunali. E’ successo a Chiari a seguito delle indagini intraprese dalla Procura sull’impianto energetico di via Palazzolo.

Avviso di garanzia in Municipio

La vicenda torna indietro di qualche anno. Al 2014 e alla conclusione dei lavori dell’impianto energetico di via Palazzolo. L’avviso di garanzia, in un indagine a carico dei privati che consegnarono lo stabile non completo, è arrivato per due tecnici degli uffici comunali. Aldo Maifreni, architetto dirigente del settore territorio e l’ingegnere Pasquale Marino responsabile dell’urbanistica. L’accusa è quella di omissione di controllo sul documento che attestava la fine dei lavori dell’impianto a biogas. Infatti questo fu dichiarato pronto quando ancora mancavano accorgimenti e modifiche che seppur non avrebbero alterato il funzionamento non rispecchiavano il vero. Prolungare però il termine dei lavori sarebbe però andato oltre i tempi necessari per far si che l’impresa incassasse gli incentivi statali. Il progetto era però di competenza della Provincia e non del Comune che avrebbe solo dovuto appunto controllare.

Leggi anche:  C'è anche una bresciana tra le prime miss dell'anno

Il commento del dirigente

“La vivo con molta serenità. Ho sempre svolto al meglio il mio lavoro” ha specificato Maifreni. “C’è la massima disponibilità affinchè le indagini facciano il loro corso. Non ho nulla da rimproverarmi su come svolgo il mio lavoro da anni. Vedo centinaia e centinaia di documenti e in questo caso parliamo veramente di cavilli in cose nemmeno da me redatte e seguiti in prima persona come con i progetti comunali. Cercheremo di caprine di più e capire cosa sia successo”.