Per i giudici l’ordinanza del Comune era “un provvedimento irrazionale e senza motivazioni”.

Il Tar annulla i limiti orari a Flero

Il Tar Lombardia ha respinto l’ordinanza sindacale di Flero,  che aveva introdotto limiti orari per il funzionamento di slot e vlt.

I giudici hanno accolto il ricorso di una società di giochi contro le fasce orarie che vietavano l’attività dalle 7.30 alle 9.30, dalle 12 alle 14 e dalle 19 alle 21.

Leggi anche: Quanto si spende nel bresciano in slot machine

Le ragioni del Tar

Il provvedimento, che il Comune aveva già sospeso lo scorso febbraio, “risulta essere privo della motivazione adeguata, richiesta per legittimare un intervento fortemente incidente su di un’attività economica”. In particolare, si legge nella sentenza, le premesse alla base dell’ordinanza sono “del tutto generiche e disancorate da qualsivoglia accertamento istruttorio”. Il Collegio ha inoltre confermato l’”irrazionalità del provvedimento” che colpisce solo una delle tipologie di gioco “che potrebbero incidere sul fenomeno che si intende combattere”.

Leggi anche:  Paura a Dello per un incidente fra auto e moto

I limiti orari sono stati dunque annullati, mentre l’istanza risarcitoria presentata dalla società è stata respinta, visto che il Comune “ha provveduto a sospendere l’applicazione dell’ordinanza”.