Le forze armate hanno aperto le loro porte al pubblico. Il 4 novembre, in occasione della ricorrenza dell’Unità, i carabinieri di Mantova hanno accolto la cittadinanza in “casa” propria.

La celebrazione

La giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate è celebrata a livello nazione. Istituita nel 1919 per commemorare la vittoria italiana nella prima guerra mondiale viene festeggiata ogni 4 novembre. La data dell’entrata in vigore dell’armistizio di Villa Giusti, sancito nel 4 novembre 1918, ha segnato infatti la resa dell’Impero austro-ungarico.

L’occasione

In occasione delle celebrazioni, nella cornice del palazzo seicentesco che ospita la caserma “E. Trotti” comandata dal colonnello Fabio Federici, sono affluite circa 400 persone di tutte le età. Tra queste hanno partecipato anche alcuni scolari della scuola media di secondo grado “Alberti” dell’istituto comprensivo “Mantova Uno”, e numerosi alunni delle classi 4a e 5a dell’istituto “Carlo d’Arco” di Mantova. Con i loro docenti sono stati ricevuti dal comandante, il maresciallo Maggiore Enrico Ponzi, e dai marescialli capo Pietro Taurino e Marco Stefanuto.

Leggi anche:  “Le sardine infilatevele nel….”: bufera sul leghista Della Torre, direttore Aler Brescia

La visita

I militari hanno accompagnato gli studenti in una visita guidata all’edificio che ospita i carabinieri mantovani dal 1900. Quindi sono state illustrate le attività dell’Arma dei carabinieri di Mantova, impegnata quotidianamente sull’intero territorio provinciale. Nel corso dell’incontro vissuto con entusiasmo da tutti gli alunni sono state illustrate le attività istituzionali e, infine, presentati i veicoli militari.