Il Festival Suoni e Sapori del Garda approda sulla sponda veronese del lago di Garda con il concerto «Una musica un film», in programma martedì 16 luglio alle 21.15 all’Auditorium San Giovanni di Torri del Benaco (Via per Albisano 1).

Il programma

Il programma del concerto ci proporrà un viaggio attraverso le musiche da film entrate nella storia del cinema e nella nostra vita tratte da capolavori come Forrest Gump, La mia Africa, Colazione da Tiffany, Il mago di Oz, C’era una volta in America, Nuovo cinema Paradiso, Mission, La leggenda del pianista sull’oceano, C’era una volta il West, La bella e la bestia, Lo squalo e altre sorprese.

Protagonista della serata sarà l’Infonote Ensemble: Serafino Tedesi (violino), Francesco Bonacini (violino), Matteo Del Solda’ (viola), Marco Righi (violoncello), Alberto Lo Gatto (contrabbasso), Andres Villani (sax/flauto) e Elisabetta Cois (voce).

L’ensemble eseguirà una versione «inedita» di alcune delle piu’ famose musiche composte dai grandi maestri, in una formazione rigorosamente acustica e cameristica dove l’eleganza e la cura delle sonorità non sacrificheranno il carattere dei brani che saranno eseguiti.

Al termine della serata sarà offerta una degustazione olio e vino a cura di Società Agricola Le Prandine e Associazione Strada dei Vini e dei Sapori del Garda.

Il Festival

Il Festival propone un circuito di spettacoli ad ingresso libero inseriti in un unico cartellone, con il diretto coinvolgimento dei Comuni afferenti all’intero bacino lacustre e al suo immediato entroterra. Il maestro Tedesi, coadiuvato dalla sua associazione culturale Infonote presieduta da Gloria Pedrazzini, ne ha assunto la piena direzione artistica, con l’intento di riuscire a coinvolgere sempre più comuni, anche delle province limitrofe. Quest’anno, ai comuni di Calvagese della Riviera, Gardone Riviera, Gargnano, Gavardo, Lonato del Garda, Moniga del Garda, Puegnago del Garda, Salò, San Felice del Benaco, Tignale e Toscolano Maderno, si aggiungono i comuni di Castelnuovo del Garda, Desenzano del Garda e Torri del Benaco.

Leggi anche:  Allerta meteo: scatta il codice arancione

Anche per il 2019 l’obiettivo è quello di coniugare musica, cultura e sapori attraverso le visite guidate ad alcuni luoghi del festival, con l’associazione culturale La Melagrana, e le degustazioni di vino e olio offerti dai soci delle associazioni Strada dei Vini e dei Sapori del Garda e Consorzio Olio Garda dop.

Grazie alla collaborazione con il Consorzio Lago di Garda Lombardia il Festival si propone di contribuire alla valorizzazione delle località che ospiteranno i luoghi dei concerti in una sorta di percorso ideale attorno al lago. La Comunità del Garda sovrintende al coordinamento istituzionale e amministrativo.

TORNA ALLA HOMEPAGE