Festival della Sostenibilità sul Garda, presentato oggi (martedì 19 marzo) in Comunità del Garda (sede di Villa Mirabella a Gardone Riviera). Ad introdurre il segretario generale della Comunità del Garda Pierlucio Ceresa. Relatore è stato il responsabile del progetto Luigi Del Prete.

Le iniziative si svolgeranno per l’intero mese di aprile.

Parola d’ordine: sostenibilità

Torna per il terzo anno consecutivo un evento unico che coinvolge il più grande lago d’Italia su tutte e tre le regioni delle sue sponde, un percorso ideale nato per valorizzare la sostenibilità e promuovere lo sviluppo sostenibile. La sostenibilità coinvolge una molteplicità di fattori e settori da non poter essere esaminata, né perseguita, con una sola prospettiva; necessita uno sforzo collettivo da parte di tutti per intervenire dal punto di vista sociale, economico e ambientale, in maniera integrata, con nuove connessioni. Il Festival nasce per promuovere, coinvolgere e sensibilizzare sui temi dello sviluppo sostenibile declinati al lago di Garda, è rivolto a tutti i cittadini e turisti interessati, agli operatori economici e sociali; è reso possibile dall’opera di volontariato che l’Associazione di operatori culturali gardesani L.A.CU.S. realizza dal 2002, anche in collaborazione con la Comunità del Garda e con tutte le realtà che hanno creduto in questo progetto, facendo rete e coinvolgendo cittadini e associazioni.

Nel 2018 è stata istituita la Rete per un Lago di Garda Sostenibile – Alleanza di associazioni per lo sviluppo sostenibile del lago di Garda e tutto ciò porta a strutturare il progetto Festival della Sostenibilità sul Garda come un evento interregionale che propone attività ed eventi la cui partecipazione permette di destagionalizzare l’offerta turistica; contemporaneamente lo sviluppo di collaborazioni tra le associazioni e con i vari Atenei che operano sul contesto gardesano, permette di operare per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Edizione 2019

L’edizione del 2019 vede la collaborazione della Comunità del Garda ed è patrocinata da Regione Lombardia, Regione Veneto e Agenzia per la protezione dell’Ambiente della Provincia autonoma di Trento, Fondazione Sviluppo Sostenibile e Navigazione Laghi. Le collaborazioni e i patrocini si sviluppano anche anche per una serie di Enti locali, tra cui Desenzano del Garda, Toscolano Maderno, Tignale, Sirmione, San Felice del Benaco, Puegnago del Garda.

Tra le realtà consortili ricordiamo Il Consorzio Lago di Garda Lombardia e il Consorzio di Tutela del Lugana, che è anche main partner di settore.

L’obiettivo è diffondere la cultura della sostenibilità, richiamare l’attenzione locale, nazionale e internazionale sulle problematiche e le opportunità da “connettere” al lago di Garda, contribuire a promuovere una prospettiva condivisa da tutti, non solo a parole ma nei fatti concreti e quotidiani, per incentivare un cambiamento culturale e di comportamenti individuali e collettivi; far nascere nuove idee e soluzioni attraverso il confronto e la condivisione di buone pratiche per tutelare, valorizzare e “sostenere” l’unicità del nostro territorio.

Leggi anche:  Giornata del ringraziamento e della riconoscenza a Provaglio d'Iseo

La centralità dei temi della sostenibilità così come la centralità dei temi che riguardano il lago di Garda ed il suo sviluppo sostenibile, hanno portato una serie di realtà a collaborare e a sostenere il Festival della Sostenibilità del Garda; la scelta, volutamente etica nella creazione del partenariato, è volta a garantire la necessità di essere coerenti.

Le camminate sostenibili

Il 2019 è l’anno italiano del turismo lento e durante il Festival verrà celebrato, si propone un modo di far conoscere il Garda senza consumare il territorio, con forme di mobilità dolce, con le esperienze de Le Camminate Sostenibili per riscoprire l’autenticità dei luoghi gardesani. Il programma offre una serie di esperienze che interesseranno tutte le sponde del Garda, con l’obiettivo di sensibilizzare uno sviluppo sostenibile del lago. Il camminare porta con sé racconti, relazioni ed emozioni, con le numerose Camminate Sostenibili del Festival vogliamo far conoscere zone dell’entroterra, vie di trasporto create nei secoli scorsi, percorsi naturalistici tracciati da pastori e contadini, sentieri ispirati a storici e letterati, vie spirituali e paesaggistiche, d’acqua, di collina e di montagna, lontane dai circuiti turistici di massa, per scoprire realtà territoriali autentiche, con proprie peculiarità e caratteristiche.

Attraversare a piedi un cammino tracciato su antiche vie è un’esperienza avvincente, terapeutica e appagante; permette di recuperare l’importanza del tempo e dell’autenticità, immergersi nella natura e nei borghi più caratteristici, riscoprire memorie e artigianalità spesso dimenticate, in luoghi gardesani che vengono così conosciuti e assaporati. Durante il mese di aprile ci saranno appuntamenti infrasettimanali e durante i week end, il Lago di Garda viene proposto come meta ideale per vivere il turismo lento, con le Camminate Sostenibili.

I seminari del Festival

Per conoscere i temi della sostenibilità, declinando tematiche globali al contesto gardesano, vengono proposti i I Seminari del Festival con relatori locali, nazionali e internazionali, sia in ambito accademico che progettuale e operativo. Durante i singoli incontri si tratterà di tematiche quali la mobilità sostenibile, il riscaldamento globale, il paesaggio, i Beni culturali, la resilienza, l’identità locale, i Sapori Gardesani, l’architettura sostenibile, l’agricoltura sostenibile, gli sprechi alimentari, gli stili di vita e le buone pratiche amministrative in ambito economico, ambientale e sociale.

E tanto altro

Molte altre sono le attività in programma tra cui laboratori per famiglie per imparare a costruire con il legno e con l’argilla, attività di educazione ambientale per imparare a riconoscere gli alberi, attività outdoor con bike tour e uscite in barca,foto contest e mostre sul Paesaggio, degustazioni di prodotti a km zero e visite guidate, attività sportive e inclusive, aperture straordinarie di beni ambientali,escursioni inedite e momenti conviviali di riflessione e gioco, mostre di fiori e piante rare.

Il programma della manifestazione è disponibile sul sito: www.lagodigardasostenibile.it

TORNA ALLA HOMEPAGE