Febbre del Nilo a Chiari: continuano le disinfestazioni, mentre la donna, una 68enne clarense, è ancora ricoverata in rianimazione in condizioni critiche.

Febbre del Nilo a Chiari

In seguito alla comunicazione di un caso di sindrome di West Nile occorso nel nostro Comune, in aggiunta ai due interventi già effettuati, proseguono le disinfestazioni nella zona individuata da ATS – Azienda di Tutela della Salute di Brescia. Salvo eventuali diverse indicazioni da parte dell’Ente sanitario, o eventi meteorologici sfavorevoli, nella zona interessata sono programmate altre due disinfestazioni che verranno effettuate negli orari serali dei giorni di lunedì 17 e di lunedì 24 settembre. Nel corso del trattamento vanno tenute le finestre chiuse e ricoverati gli animali domestici. Il prodotto utilizzato non prevede tempo di carenza: i prodotti dell’orto/del frutteto possono essere continuamente raccolti e consumati previo accurato lavaggio. Per il rientro nelle aree verdi e nei giardini non vi è tempo di attesa dopo l’asciugatura del prodotto distribuito.

Precauzione anche nelle scuole

A titolo precauzionale e a maggiore tutela della popolazione più sensibile, sono in programma per il giorno di venerdì 14 settembre interventi di disinfestazione straordinari anche presso tutte le scuole comunali (nido, materne, primaria e secondaria di primo grado). Gli interventi straordinari sopra descritti si aggiungono agli interventi ordinari che l’Amministrazione esegue, da anni, sull’intero territorio e che consistono in trattamenti antilarvali nei tombini delle strade pubbliche. Ogni anno, secondo l’andamento meteorologico e le necessità, vengono effettuati dai 5 ai 7 cicli di trattamento che comprendono, ognuno, circa 4500 tombini e caditoie. Alla data odierna sono stati effettuati 4 cicli di trattamento delle caditoie. Si ricorda alla cittadinanza di attuare quanto disposto con l’ordinanza Sdel sindaco dell’8 settembre . E’ fondamentale l’impegno e la collaborazione di tutti i cittadini.