Un 55enne bresciano è stato denunciato a seguito di una scoperta fatta dai carabinieri di Gualtieri, a Reggio Emilia.

L’uomo aveva stoccato 15mila tonnellate di fanghi che sarebbero dovuti esser utli per l’agricoltura, ma erano tossici.

Infatti, il materiale, ora messo sotto sequestro, conteneva metalli pensati e idrocarburi superiori al consentito.

Il 55enne, che aveva preso in affitto i due capannoni, è ora indagato per aver iniziato senza autorizzazione una attività di recupero, commercio, trasporto e smaltimento di rifiuti speciali potenzialmente pericolosi.