Ettore Prandini è il nuovo presidente nazionale di Coldiretti. Lo ha deciso l’Assemblea dei delegati di tutte le regioni che stamattina si riunita a Palazzo Rospigliosi a Roma.

Nuovo leader per la Coldiretti

Un nuovo leader ha preso in mano le redini della Coldiretti. Ettore Prandini, 46 anni, è il nuovo presidente nazionale di Coldiretti. Il lombardo è stato eletto questa mattina, fra le mura di Palazzo Rospigliosi a Roma, dall’Assemblea dei delegati di tutte le regioni. Prandini prende così il timone dell’organizzazione e di tutti i suoi settori, da quello agricolo all’ittico, dall’agricoltura tradizionale alla filiera agroalimentare con le fattorie, compresi mercati, botteghe di Campagna Amica ed il progetto per una Filiera Agricola tutta Italiana.

Il commento di Ettore Prandini

“In un momento così importante con sfide e cambiamenti per il nostro Paese, l’agroalimentare Made in Italy rappresenta una certezza da cui partire per far crescere economia ed occupazione ma anche per tutelare l’ambiente, il territorio e la sicurezza dei cittadini”, ha spiegatio il nuovo presidente di Coldiretti Ettore Prandini. “Gli agricoltori stanno facendo la loro parte ma possiamo e dobbiamo dare di più creando le condizioni per garantire reddito alle imprese, rilanciando un sistema in grado di offrire prezzi più giusti alla produzione, meno burocrazia e maggiore competitività, a partire da una politica di accordi di libero scambio che non penalizzino i nostri prodotti a livello internazionale fino a una legge comunitaria per l’etichettatura d’origine che garantisca vera trasparenza e libertà di scelta ai consumatori”.

Leggi anche:  Avis di Chiari in prima linea per la solidarietà con "Brustulicc an piassa"

Le congratulazioni della Regione

“Buon lavoro al nuovo presidente nazionale di Coldiretti, Ettore Prandini. Questa è un’ottima notizia per Brescia e per la Lombardia, prima provincia e prima regione agricola d’Italia. Per la prima volta sarà un lombardo a guidare l’organizzazione”. E’ il commento dell’assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi. “Mi congratulo con lui per il risultato, frutto della passione e della competenza dimostrate sul campo”, ha continuato. “Garantisco la massima collaborazione da parte della Regione Lombardia. Le sfide che attendono le aziende agricole sono impegnative. In un mercato globalizzato, solo facendo sistema la nostra agricoltura potrà vincerle”.

Lo stesso augurio è arrivato dal presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana. “Fa piacere sapere che alla guida di una delle più importanti organizzazioni agricole ci sia un lombardo. Farà un buon lavoro. Abbiamo già lavorato insieme in tante occasioni: di lui apprezzo e condivido la passione, l’impegno e la grande voglia di lavorare per tutelare e valorizzare il nostro comparto agroalimentare, visto che la nostra è la prima regione agricola d’Italia e la seconda d’Europa”.

TORNA ALLA HOME PAGE