Continua la lotta al degrado urbano avviata dalla Polizia Locale di Rovato. Anche se il fenomeno si è sensibilmente ridotto grazie a una serie di interventi mirati voluti dall’Amministrazione comunale, resta alta l’attenzione al rispetto del decoro urbano. Sono 38 i soggetti pizzicati in questi mesi estivi per aver abbandonato rifiuti sul territorio, non solo residenti a Rovato ma anche di altri Comuni.

Estate di multe

Oltre alle strategie già messe in atto è anche grazie alle rapide segnalazioni di alcuni cittadini che hanno allertato immediatamente la Polizia Locale che è stato possibile cogliere sul fatto i trasgressori. Alcuni furbetti per pulire le proprie abitazioni hanno cercato di abbandonare sul territorio rifiuti di vario genere, tra cui arredi di grosse dimensioni, con la conseguenza che presi sul fatto non solo han pagato la sanzione ma hanno anche ripulito tutto.

L’abbandono di via Martinengo

Degna di noto il caso di via Martinengo,  dove un cittadino ha segnalato immediatamente alla Polizia Locale un abbandono. Un uomo stava scaricando dalla sua auto una notevole quantità di rifiuti fuori dall’ingresso dell’isola ecologica a quell’ora chiusa. Tempestivo l’intervento della pattuglia, che ha sanzionato l’uomo facendogli recuperare quanto abbandonato, senza tralasciare di verificare che poi provvedesse a smaltire tutto correttamente.

Leggi anche:  Rovato sempre più green tra car sharing e mobilità sostenibile

Il commento

“Va fatto un sincero ringraziamento a tutti quei cittadini che senza lasciarsi andare a sterili polemiche fanno segnalazioni rapide e circostanziate che contribuiscono in questo modo a rendere più efficaci gli interventi per contrastare l’odioso fenomeno dell’abbandono rifiuti aiutando concretamente a rendere la cittadina franciacortina più decorosa”, hanno fatto sapere dal comando rovatese della Polizia Locale, guidato dalla comandante Silvia Contrini.

TORNA ALLA HOME