Dopo dieci anni di lavori inaugurata la nuova biblioteca di Ghedi, all’interno del rinnovato palazzo Arcioni.

Taglio del nastro

Poco prima che la tromba d’aria di abbattesse sulla città, nella serata di sabato, è stata inaugurata la nuova biblioteca. Di fronte alla folla di cittadini, accompagnati dal copo musicale cittadino, alla presenza delle autorità militari, il sindaco Lorenzo Borzi con il vice sindaco Giovanni Cazzavacca, che si apprestano a concludere il loro mandato amministrativo, hanno tagliato il nastro. Per l’occasione, insieme ad alcuni sindaci della zona, erano presenti anche Mariastella Gelmini, presidente dei deputati Forza Italia, l’onorevole Giusy Versace e Alessandro Mattinzoli, assessore allo sviluppo economico di Regione Lombardia. Non è mancata la benedizione del parroco don Roberto Sottini.

La soddisfazione degli amministratori

“Si tratta di una struttura importante, confortevole e all’avanguardia, che si trova nel centro storico della nostra cittadina – dicono Borzi e Cazzavacca –   Gli utenti d’ora in poi potranno contare sugli oltre 700 metri quadrati di Palazzo Arcioni, suddivisi su due piani, ai quali va aggiunto un ulteriore soppalco. C’è ovviamente la soddisfazione per essere riusciti a portare a termine un’opera non certo facile come questa e per esserci riusciti prima della conclusione del mandato amministrativo”.

Leggi anche:  Nuovo allarme listeria, questa volta dalla Spagna

 

Costi e patrimonio

Il costo complessivo dell’opera è di 930.000 euro, comprensivi della progettazione. A questi bisogna aggiungere i 140.000 euro investiti per l’arredo. Parecchio impegno si è reso necessario per spostare nella nuova biblioteca comunale gli oltre 50mila libri che hanno trovato collocazione sugli scaffali delle stanze, a questi si aggiungono computers e postazioni di lavoro. Il servizio sarà seguito dai due dipendenti comunali che dirigeranno la biblioteca insieme al personale messo a disposizione dalla Cooperativa Abi Book.