Discorso di fine anno “social” del sindaco di Calvisano Giampaolo Turini: “Mi ricandido”. Dopo excursus su quanto fatto e quanto ancora c’è da fare, il primo cittadino ha affidato al video pubblicato su Facebook nella serata del 31 dicembre, l’annuncio della sua disponibilità alla ricandidature alle elezioni comunali della prossima primavera.

Lo scambio di auguri

“In questi giorni di festa sono state tante le occasioni per scambiarci gli auguri, anche con chi non conoscevo. E tra queste mi ha sorpreso qualcuno che ci ha ringraziato, mi ha ringraziato “Grazie per il lavoro che avete fatto e state facendo per Calvisano. Questo per un amministratore, per me è stato davvero una grandissima soddisfazione. Sono tanti gli impegni presi in questi anni, molti degli obiettivi devo dire che sono stati raggiunti o sono in corsi di realizzazione”.

Quanto fatto

Turini ha fatto un excursus sulle opere avviate per depurazione delle acque e fognatura, il sindaco ha citato l’opera del canale colatore dell’ex Garza (“opera che ci protegge dalle esondazioni”). Tema ambientale, raccolta differenziata passata dal 42% all’80%, gli impegni in campo sociale (risorsa da 300mila euro a 600mila euro), gli investimenti per l’istruzione e gli edifici scolastici (1 milione 800mila). “Per raggiungere questi obiettivi abbiamo dovuto faticare molto, dal primo giorno, a testa bassa, 54 mesi di impegno durissimo ma i risultati stanno arrivando. Calvisano si è risvegliato, Calvisano è ripartito”.

Leggi anche:  In Franciacorta comincia la vendemmia: previsioni positive

Quanto ancora c’è da fare

Nei prossimi giorni partiranno altri cantieri: il parcheggio con ricarica elettrica, la pista ciclabile che perimetra la proprietà Lechi, i marciapiedi in via IV Novembre e la nuova sede delle Poste Italiane. A Viadana la sistemazione di piazza e parcheggio, la realizzazione di una fontana. A Malpaga un altro parcheggio, e a Mezzane la realizzazione di un bosco con piantumazione di 5mila alberi.

L’annuncio

“Credo che ai calvisanesi non interessino le scaramucce tra questo e quel partito – ha detto Turini – Ai calvisanesi servono risposte concrete. Tanto abbiamo fatto e tanto ancora dobbiamo fare. Un ringraziamento particolare a tutta la mia squadra, senza di loro non sarebbe stato possibile tutto questo. Ed è per questo e per quello che ancora dobbiamo fare che ho deciso di ridare la mia disponibilità alla candidatura alle prossime elezioni comunali, questo però solo a condizione di una squadra forte, decisa, che mette al primo posto l’amore per il proprio paese e non gli interessi personali. Andiamo avanti insieme, per Calvisano”. Così, con gli auguri per tutte le famiglie, il sindaco ha concluso il suo discorso.