“Diamo voce al silenzio”, questo il titolo dell’evento promosso dal club Soroptimist Salò Alto Garda Bresciano e andato in scena questa sera (sabato) nella cornice di Sala dei Provveditori.

Diamo voce al silenzio per dire no alla violenza

Gli studenti dell’I.I.S. Di Valle Sabbia «G. Perlasca» hanno presentato uno spettacolo teatrale di letture, musiche, danza e immagini, incentrato sulla violenza di genere. I testi sono scritti dagli studenti del Liceo, le immagini sono state create dagli studenti della sezione grafica dell’I.T.I.S di Vobarno. L’iniziativa ha inteso offrire una riflessione sulla «questione femminile» come un problema principalmente culturale, che rispecchia una situazione di arretratezza del paese, anche nei rapporti uomo/donna dal momento che le donne vengono uccise proprio in quanto donne.

Il Club Soroptimist ha poi posizionato sotto il loggiato della magnifica patria un’installazione caratterizzata da un drappo arancione con al di sopra scarpette rosse, candele  e al centro una gabbia con un uomo e una donna a significare come una relazione possa rivelarsi una prigione.

Leggi anche:  Montichiari addobbata direttamente da Babbo Natale

Nel corso dell’evento sono intervenuti la presidente del club Soroptimist Salò Alto Garda Bresciano AngelaCannizzaro, la Consigliera delegata alle Pari Opportunità Alessandra Banalotti e la preside dell’I.I.S di Valle Sabbia Maurizia Di Marzio.

TORNA ALLA HOMEPAGE