Non può mancare il necessario per il soccorso avanzato, in prossimità di luoghi frequentati. Se il luogo ha vocazione eremitica, come il bellissimo Monastero di San Pietro in Lamosa, a maggior ragione.

Ieri, il corso per il defibrillatore

Ieri, al Monastero, in collaborazione con l’Associazione “Gianluca nel cuore”, si è svolto un corso per imparare il massaggio cardiaco e l’uso del defibrillatore qualora capitasse di trovare persone colpite da arresto cardiaco. Il corso è stato svolto in vista della collocazione di un defibrillatore al Monastero, per garantire un pronto intervento se qualche visitatore fosse colpito da un attacco.

Esercitazioni sui manichini

Il corso si è articolato in una presentazione in laboratori di gruppo, dove un istruttore, grazie a manichini particolari, ha insegnato e fatto sperimentare la tecnica del massaggio cardiaco. L’istruttore ha evidenziato quanto sarebbe importante generalizzare a tutti i cittadini l’apprendimento di questa tecnica, per dotare ognuno della capacità di intervenire in aiuto del prossimo.

Leggi anche:  Furgone in fiamme nella notte a Provaglio

Ma prima, avvisare i soccorsi

Importante, in caso di emergenze sanitarie, allertare immediatamente l’assistenza specializzata.

Per le emergenze, è il NUMERO TELEFONICO UNICO 112 . E di una app, “Where are U”, scaricabile gratuitamente, la quale mette direttamente in contatto col 112, segnala automaticamente la propria posizione geografica e può essere attivata in ogni caso di necessità.