E’ partito attorno alle 15.30 il corteo del coordinamento No Tav Brescia-Verona, che si è dato appuntamento al parco delle Pozze di Lonato.

La manifestazione dei No Tav

Poco meno di trecento i presenti al corteo che è cominciato con una mezz’ora di ritardo per il traffico che ha bloccato alcuni espropriandi bresciani invitati. Tra le “insegne” in corteo quelle dei comitati No Tav locali, del Comitato cittadini Calcinato e del Comitato parco Colline Moreniche. Il corteo poco prima delle 16 si sta dirigendo verso il centro commerciale Famila di via Battisti.

Le motivazioni

La scelta di Lonato ha due motivi: la partenza dei cantieri, dati per imminenti ormai da due anni, di cui Lonato dovrebbe essere “capofila”; e il caso del consiglio comunale di luglio, con il voto “in extremis” per lo spostamento di un’area di cantiere da Campagna ad alcune ex cave tra Centenaro e Lavagnone, dove recentemente un blitz dei Carabinieri forestali di Salò ha svelato un interramento illecito di scarti edili.

Leggi anche:  Arrestata una borseggiatrice a Sirmione