Il Ministro per le Infrastrutture e i Traporti Graziano Del Rio si è detto ottimista per il completamento della Corda Molle nel tratto che da Azzano Mella va a Ospitaletto.

Il lungo calvario della Corda Molle

I 13 chilometri che separano la Corda Molle, all’altezza dell’uscita di Azzano Mella, e il casello dell’autostrada A4 di Ospitaletto sono oggi un tratto fantasma. Sono infatti anni che attendono di essere realizzati. Come sono anni che gli agricoltori attendono i rimborsi per gli espropri.

La nuova situazione

Il blocco delle trattative con Centro Padane non ha aiutato. Ma ora qualcosa sembra muoversi. Nei giorni scorsi infatti è stato firmato a Roma il decreto interministeriale per formalizzare la concessione dell’autostrada A21 ad Autovia Padana del gruppo Gavio. I tempi quindi ora sono più o meno conosciuti. Dovranno infatti passare circa due mesi, richiesti per il passaggio formale alla Corte dei Conti, quindi, all’inizio del prossimo anno sarà ufficializzata la concessione. Si aprirà poi la discussione tra il Ministero e il gruppo Gavio che dovrà riguardare anche la questione fondamentale, per le famiglie del nostro territorio, degli espropri.

Leggi anche:  Il nuovo numero di Chiariweek è in edicola

I tempi

Il Ministro Del Rio ha lasciato intendere, nonostante l’apertura dell’interconnessione tra la Brebemi e l’A4, che il completamento dei 13 chilometri fantasma tra Azzano e Ospitaletto sono ancora una priorità. Quindi tra alcuni anni, si vocifera nel 2021 e nel 2022, potrebbe esserci un nuovo taglio del nastro per le strade provinciali. E questa volta potrebbe essere il turno del tratto di strada tra Azzano Mella e Ospitaletto.