Ottima partecipazione e importanti temi quelli affrontati questa mattina a Provaglio d’Iseodurante il convegno “Zero”, il primo inerente la tutela del territorio di Franciacorta e del lago Sebino.

La mattinata

Iniziato questa mattina con i saluti istituzionali, il convegno è poi proseguito con la promessa da parte di Enzo Simonini, sindaco di Provaglio: “Che questo possa essere un inizio di una collaborazione stretta tra le associazioni del territorio con il coinvolgimento in primis dell’amministrazione comunale, per il bene del territorio, coinvolgendo anche la cittadinanza. L’amministrazione darà grande importanza al tema ambiente come si è detto anche in campagna elettorale”.

Tra gli argomenti si è parlato di Ptra, di gas e del biodistretto, una realtà molto importate che può essere una risposta alla crisi del modello agricolo attuale verso una situazione, un lavorare in sinergia tra associazioni e sempre al passo con la sostenibilità, l’etica e il rispetto all’ambiente. La partecipazione è stata ottima, durante il via vai della mattinata almeno un centinaio di persone si sono soffermate ad ascoltare gli interventi. Tante le associazioni e i singoli che sono intervenuti durante la giornata, a partire da Gianni Tosana del Biodistretto ValleCamonica, Luca Zecchini, G.a.s. Franciacorta Provaglio d’Iseo, Michele Pezzagno, Architetto professore di Urbanistica. Anche il sindaco di Castegnato ha partecipato alla mattinata e ha portato un suo esempio per quanto riguarda la plastic free nelle istituzioni scolastiche.

Leggi anche:  Gardaweek è in edicola. La prima pagina edizione bresciana

Il pomeriggio

Nel pomeriggio, a partire dalle ore 15 circa, dopo la visita ai tavoli delle associazioni locali, attesi Giorgio Angolerei, sindaco di Orta San Giulio, Marco Pilotti, ingegnere idraulico, esperto di fluidodinamica, Ivan Bonfanti, biologo per le torbiere del Sebino, Silvio Parzanini, presidente Legambiente Franciacorta.

TORNA ALLA HOME