Come cambia il volto della periferia di Cologne col nuovo polo industriale della Mondini. Sottoposto a Vas il Programma integrato d’intervento che prevede la riqualificazione del comparto fra via Santa Maria, via Dante Alighieri e via Sant’Eusebio.

Come cambia il volto della periferia di Cologne

Il maxi intervento di riqualificazione del comparto urbano tra via Sant’Eusebio, via Santa Maria e via Dante Alighieri per trasferire e ampliare la sede amministrativa, direzionale, tecnica e produttiva della Mondini Srl e della Mondini Spa comincia a prendere forma. La ditta, che attualmente ha sede in via Brescia, ha presentato il Programma integrato d’intervento (Pii) in variante al Pgt vigente per la realizzazione di attività polifunzionali unitamente a un’opera pubblica strategica. Il documento è soggetto a procedura di Valutazione ambientale strategica (Vas) e presumibilmente arriverà in Consiglio comunale in estate. Come sottolineato dal vice sindaco e assessore all’Urbanistica Marco Garza, “non si tratta di una cosa immediata: siamo all’inizio della procedura”. Sta di fatto che in progetto ci sono diverse opere che cambieranno il volto di uno degli ingressi del paese, tra cui due rotonde, un tratto di ciclabile, una nuova strada che porta al Palazzetto, un nuovo parcheggio a servizio del cimitero e del centro sportivo e la cessione di un’area per la realizzazione futura della nuova caserma carabinieri.

Leggi anche:  Piazzetta Teatro a Montichiari, un milione di euro per tornare alle origini

Il servizio completo sul numero di Chiariweek di oggi, venerdì 10 gennaio, in edicola.

TORNA ALLA HOME PAGE