“Il Circo David Orfei, come altre realtà circensi finché avrà respiro, cercherà di difendere la propria tradizione”. Queste le parole del direttore artistico del complesso circense David Orfei, Larry Rossante, a margine delle contestazioni sociali.

Circo David Orfei: bellezza, gioia ed armonia, è questa la tradizione circense

“ll Circo dona sempre gioia ed armonia al suo pubblico, è incredibile quello che ci sta succedendo – aggiunge il direttore artistico – da un fatto amministrativo e le prescrizioni della Forestale, siamo passati alle ingiurie e minacce sul web”.

Larry Rossante, insieme alla compagnia di artisti e maestranze, vive con grande dispiacere i momenti di tensione sociale e le polemiche scaturite a seguito del sequestro preventivo per accertamenti, effettuati dai Carabinieri del Nucleo Forestale, i quali non hanno rilevato alcun tipo di problema relativo al maltrattamento, il rilascio è stato immediato dopo alcune ore. “Ci siamo subito adeguati alle mancanza rilevate da parte dei militari, spiegano i tecnici del Circo David Orfei, per la massima tutela dei nostri animali; l’area della giraffa è stata dotata del termometro per verificare la temperatura, stessa vicenda per le zebre, inseriti i termometri e i riscaldamenti sono stati messi in funzione oltre la notte come di norma, 24h su 24h come da indicazione, inoltre abbiamo aggiunto dieci carriole di sabbie per i cammelli”.

Leggi anche:  Riaperto il sottopasso ferroviario di via Borgosatollo

“La nostra è una tradizione nobile, antica e appartiene al Paese e con fervido amore e sacrificio si evolve nel tempo, il pubblico ama il circo lo dimostra la massima affluenza e il successo riscontrato a Brescia per cui proroghiamo sino al 21 gennaio”, conclude il direttore artistico.

TORNA ALLA HOME