Chiude storica profumeria. La bottega Smorgoni di Chiari abbassa le saracinesche

Chiude storica profumeria

Chiude storica profumeria clarense. Dopo più di ottant’anni di attività, il prossimo 31 ottobre il negozio di via De Gasperi abbasserà le saracinesche definitivamente. Gestita da Nadia Tocchella da circa 18 anni, la bottega vanta di radici ancorate nel passato.

La storia

Chiude storica profumeria clarense. Aveva aperto i battenti nel lontano ’36. Inizialmente situata in via Vittorio Emanuele ha traslocato poi in via Villatico, via Cortezzano e, infine, in via De Gasperi dove è oggi situata. Ad aprirla fu Sergio Smorgoni con la moglie che in negozio faceva anche la parrucchiera. Smorgoni era anche un rappresentante e uno smacchiatore porta il suo nome. Con l’avanzare della vecchiaia, il negozio è poi passato al figlio, Augusto, che se ne è preso cura con la moglie Bianca. Solo negli anni ’80 il passaggio al figlio Sergio che ha donato il negozio alla sua consorte Nadia. Dai giocattoli ai prodotti per l’igiene della persona, passando per i profumi agli oggetti per i capelli. Da Smorgoni negli anni si è sempre trovato tutto, ma è arrivata l’ora di chiudere e pensare al futuro.

Leggi anche:  Grande cerimonia a Chiari per salutare don Pierluigi

L’epilogo

Dopo anni d’attività, per i proprietari è però giunto il tempo di salutare i clienti di sempre e godersi un pochino di meritato riposo. Nadia ricorderà tutti coloro che per anni ha servito con il sorriso e i clienti non dimenticheranno lei e chi l’ha preceduta. Tanti sono inoltre gli aneddoti e gli accadimenti che resteranno nella storia, come per esempio l’episodio che si verificò durante la guerra quando le camionette dei tedeschi ruppero la tenda e la nonna andò a farsi rimborsare.