Non si è concretizzato il progetto, elaborato qualche mese fa dalla curia monteclarense, progetto che avrebbe previsto la cessione in comodato d’uso alla comunità ortodossa di Montichiari della chiesa del Suffragio, una delle più antiche della città.

A monte delle numerose chiese presenti sul territorio, infatti,  si era pensato, attraverso una convenzione stilata tra il vescovo monsignor Pierantonio Tremolada e il presule della diocesi rumena d’Italia monsignor Siluan Span, di affidare il luogo di culto alla comunità ortodossa, che in paese risulta piuttosto numerosa.

Gli ortodossi apriranno la loro chiesa nella frazione Novagli

Gli ortodossi hanno, però, da poco ricevuto la donazione di un capannone nella frazione dei Novagli e  deciso di organizzare i propri riti in quel luogo.

Dal 22 settembre, dunque, il Suffragio tornerà aperta alla comunità, accogliendo i bambini più piccoli che vi celebreranno la messa domenicale.

TORNA A HOME PAGE