Cento Iene sul palco per ricordare Nadia Toffa. La prima puntata della nuova edizione del programma è stata dedicata alla conduttrice scomparsa ad agosto.

Cento Iene sul palco per Nadia

Sul pascolscenico per lei, che non è più con loro. Per lei che la malattia ha portato via. Nella prima puntata della nuova stagione sono arrivati in studio tutti quelli che hanno vestito la divisa del programma in questi anni. In 100 sono saliti sul palco per omaggiare Nadia Toffa, morta ad agosto dopo aver lottato contro il cancro. Tutti si sono riuniti per “festeggiare la vita”, come ha detto Alessia Marcuzzi alla guida del programma con Nicola Savino. E poi è stato mandato in onda il filmato in cui Nadia presentava il suo ultimo progetto.

Non mancava nessuno

Non mancava nessuno. C’erano tutti coloro che negli anni hanno vestito la divisa nera: da Luciana Littizzetto a Simona Ventura, passando per Claudio Bisio, Alessandro Cattelan e il bresciano Fabio Volo. Tutti con la testa bassa, gli occhi lucidi. Tutti ancora provati dal dolore.

“Anche lei ha pianto, non ve lo ha fatto mai vedere, ha pianto tanto: che cosa ha deciso di fare quella guerriera? Ha deciso di combattere il cancro a modo suo e di non dargliela vinta. Aveva paura, tanta paura ma non gliela voleva dare vinta. Quindi ha continuato a lavorare. E di non vergognarsi perché se ti ammali che colpa ne hai?” la conduttrice ricorda la battaglia della Iena. “Lei diceva sempre non quanto vivi ma come vivi. Nadia ha fatto nella vita quello che ha sempre voluto fare e questo grazie a voi” dice tra le lacrime e la voce rotta Alessia Marcuzzi indicando le cento iene presenti.

Leggi anche:  Non si parla d’altro: ormai è «Chiari rocks» mania

Il progetto di Nadia

Poi è stato il momento del video. “Vorrei incontrare amici, vecchi, nuovi, persone care, parenti, colleghi che hanno lasciato un segno in questo mio ultimo anno tremendo, persone che contano davvero – dice Nadia – In questo ultimo anno sono cambiata tantissimo. Non è il quanto vivi, ma come vivi. Io sto facendo il possibile per ritardare la mia morte, tutte le cure possibili. Vedremo quanto tempo avrò ancora, ma non credo molto”. Nelle settimane successive Nadia venne accompagnata da una telecamera a questi incontri con l’obiettivo, spiega nel video, di conoscere davvero cosa tutte quelle persone pensavano di lei e lasciare una specie di congedo documentato:la madre Margherita, l’ex fidanzato Max, due compagne di liceo classico, Margherita e Francesca, un amico di Brescia, Tommaso, il regista Davide Parenti, la nonna Maria e la nipotina Alice. La messa in onda di questi colloqui però al momento non è prevista.

TORNA ALLA HOME