Cementificio: anche Montisola vuol dire “no” ai rifiuti nell’impianto di Tavernola Bergamasca. La proposta è arrivata dale fiala dell’opposizione, sulla scia di Iseo civica.

Cementificio: anche Montisola vuol dire “no” ai rifiuti

Dopo la richiesta di sostegno al Comune di Tavernola Bergamasca portata in Consiglio comunale a Iseo dal gruppo di minoranza di Iseo civica, ora anche da Insieme per Montisola arriva la richiesta al Comune: “E’ ora di fare qualcosa, il sindaco si mobiliti per questo rischio incombente”.

Da parte loro il primo cittadino Fiorello Turla e l’Amministrazione hanno ricordato di aver già approvato in Consiglio, nel 2015, il sostegno alle iniziative di contrarietà ai rifiuti di Tavernola Bergamasca.

Anche da Vigolo cominciano a mobilitarsi

Sembra che anche alcuni cittadini di Vigolo (BG), che non fa parte del g16 ma confina con Tavernola, si stiano mobilitando per votare il referendum contro i rifiuti.

Tavernola, intanto, si esprimerà a fine aprile sulla dismissione/riconversione dell’impianto. La minoranza di Progetto Tavernola, però, continua a ribadire che il tema dei rifiuti e quello della chiusura della fabbrica sono da scindere. Il Consiglio comunale di mercoledì porterà qualche novità sulla questione?

Leggi anche:  Tre incidenti in codice rosso SIRENE DI NOTTE

Il Sebino vuol poter dire “no” ai rifiuti bruciati sulla sponda bergamasca.