La base Radar di Grole, la frazione di Castiglione, è completamente abbandonata e si sta trasformando in una discarica a cielo aperto. la base, infatti, è stata abbandonata definitivamente all’inizio del 2000. Si trattava di una delle nove basi Nato presenti in Lombardia. Per la precisione, la base di Grole ed era, di fatto, una base per antenne per le telecomunicazioni situate sopra la collina (Monte Corna). Per molti anni il monte di Grole è stato, per tutti, il monte del radar. I militari che erano in servizio nella base, alloggiavano nel quartiere «Cinque Continenti». Con lo smantellamento della Nato, il radar è venuto meno, ed è stato completamente smontato nel 2010.

La base, nel frattempo, è tornata di proprietà del Comune nel 2013. Ad oggi resta abbandonata, e l’area, nella quale si possono vedere molti rifiuti, segno che chi ha lasciato la base non ha raccolto quanto rimasto, ma anche che ci si reca in quella zona per pic nic o per scampagnate. La speranza è che un privato possa recuperare quell’area, magari con un attività ricettiva, data la bella posizione in cima alla collina. Il rischio di un degrado ancora più significativo di quello in cui vertono gli immobile, è reale, e in quel caso servirebbe abbattere il tutto e ricostruire il tutto. C’era un progetto, di un privato, ma non se ne è fatto nulla. La posizione è di certo una delle migliori, e non disturberebbe la quiete di nessuno anche in caso di un locale con intrattenimento musicale. La base è comunque chiusa, anche se un pezzo di rete è stato tagliato e consente l’accesso a chiunque anche se zona militare.

Leggi anche:  Il parroco di San Rocco a Palazzolo saluta i suoi fedeli