Continuano i provvedimenti di primo livello per il controllo della qualità dell’aria, la città è ancora in situazione di emergenza

L’aria in città

Sono ormai 5 giorni che a Brescia sono nuovamente attive le misure temporanee di primo livello, per diminuire i valori di Pm10 nell’aria. Nonostante i provvedimenti, in città la quantità di polveri sottili risulta ancora nettamente oltre il limite consentito di 50 microgrammi per metro cubo. Da inizio anno è già la seconda volta che questo tipo di misura viene adottato, per limitare l’inquinamento nella città della Leonessa.

L’aria nel resto della Lombardia

A partire dalla giornata di domani, mercoledì 6 marzo, saranno invece revocate le misure temporanee di primo livello nella provincia di Milano, per i comuni con più di 30.000 abitanti, oltre a quelli aderenti su base volontaria. Oltre che a Brescia, restano quindi attive le limitazioni a Cremona e Mantova, all’8° giorno, e a Lodi, al secondo giorno di superamento dei limiti di Pm10.

TORNA ALLA HOMEPAGE