Blefaroplastica, quando se ne parla si pensa solitamente a un intervento di chirurgia estetica avente l’obiettivo di far sembrare più giovane il paziente. E’ vero, ma non è tutto qui.

Blefaroplastica, oltre l’estetica

“Anche se la a blefaroplastica aiuta senza dubbio, grazie al lifting, a illuminare gli occhi e a dare luogo a uno sguardo più giovane e fresco, la pelle cadente nella zona degli occhi può rappresentare qualcosa in più di un problema estetico. Quando la pelle pesante è sulle palpebre superiori, per esempio, può causare affaticamento oculare e persino interferire con la vista”,  afferma la dottoressa Concetta Borgh, chirurgo plastico ed estetico a disposizione per visite e controlli al Centro  Polimedica Vitruvio e che opera al Centro Medico di Bergamo, nonché a Como e Milano.

A cosa serve l’intervento

Con l’intervento, in questi casi, si rimuove la pelle in eccesso ed eventualmente anche il grasso. Con l’età, inoltre, sempre a causa della pelle e del grasso di troppo, non più supportati come un tempo dalle “strutture di sostegno”, possono formarsi le cosiddette borse sotto agli occhi.

Anche in questo caso il problema può non essere solo estetico ma addirittura compromettere la funzione visiva. Possono nascere, per esempio, difficoltà nell’indossare le lenti a contatto determinando stanchezza palpebrale a causa dell’iperlavoro dei muscoli.

Chirurgia in anestesia locale

 L’intervento chirurgico di blefaroplastica viene portato a termine in anestesia locale. “A essa si può anche abbinare la sedazione cosciente”  spiega la dottoressa Borgh. “I tempi operatori per una blefaroplastica completa per entrambi gli occhi sono di circa un’ora. Possono però variare se, per esempio, in abbinamento è previsto anche il lifting del viso”.

Blefaroplastica, a chi rivolgersi

Per informazioni, il centro Polimedica Vitruvio si trova a Capriolo in via Palazzolo 109, tel. 030.0944099.

 

Leggi anche:  Botti di Capodanno: vademecum Lav per proteggere gli animali durante le festività

Informazione Pubblicitaria