La biblioteca comunale si è rinnovata con un nuovo ingresso, spazi ampi e luminosi tra cui la zona studiata a misura di bambino.

Spazi ampi e confortevoli

Spazi ampi, luminosi e decisamente più confortevoli, dal sapore di casa e una ridistribuzione funzionale del patrimonio documentario, che ammonta a quasi trentamila testi, tra i più ricchi e significativi della bassa,  sono le principali caratteristiche della “nuova biblioteca” destinata ad essere sempre più centro di aggregazione e attività culturali.

Ieri l’amministrazione comunale ha presentato così alla comunità la biblioteca comunale vestita di nuovo.

” Il nostro obbiettivo è quello di aumentare le persone che fruiscono del servizio bibliotecario e collegare l’attività di studio anche alla pinacoteca, due patrimoni pubblici che rappresentano il tessuto sociale e culturale della comunità” ha sottolineato Michele Scalvenzi assessore alla cultura.

Ora si potrà accedere alla biblioteca dall’ingresso della Rocca San Giorgio, scelto pensando alle categorie più esposte come anziani e utenti con difficoltà motorie perché più funzionale.  Al primo piano entrando nella zona accoglienza si accede alle sale per bambini e ragazzi distinte per fasce di età prescolare, primaria, secondaria e la sezione di narrativa per adulti. Salendo si ritorna alla “vecchia” biblioteca per trovare la saggistica per adulti, documenti per studi specialistici e ricerche mirate, spazi destinati ad essere aula studi per studenti perché più appartati e silenziosi e la sala polifunzionale che ospiterà le numerose iniziative culturali del palinsesto orceano.

 

Leggi anche:  Un bonus di 550mila euro per il comune di Castiglione