Si era avvicinato a una donna e, dopo essersi abbassato i pantaloni, aveva iniziato a molestarla sessualmente, incurante di tutti gli altri passeggeri. La fuga dell’uomo, scappato nel momento in cui l’autista aveva fermato il bus, però è stata bloccata dai carabinieri che l’hanno arrestato

Gli atti osceni

Teatro dell’incredibile episodio è stato il bus di linea che collega Brescia a Carpenedolo. Qui, martedì sera, un uomo, poi risultato essere un nigeriano di 35 anni, aveva iniziato a compiere atti osceni verso una giovane donna, piazzandosi davanti a lei con i pantaloni abbassati e iniziando a toccarsi le parti intime con estrema naturalezza. Il tutto incurante dei tanti altri passeggeri presenti sul pullman. Passeggeri che avevano immediatamente allertato il conducente e bloccato il bus, dal quale lo straniero era precipitosamente sceso e fuggito. Al suo inseguimento si era lanciato anche il padre della ragazza, avvertito tempestivamente della situazione direttamente dalla vittima e giunto prontamente sul posto, che l’aveva pedinato fino all’arrivo della pattuglia dei carabinieri di Montichiari, allertata dall’autista del mezzo pubblico. Arrestato dai militari, il fermo è stato convalidato dal giudice che ha disposto l’espulsione dello straniero.

Leggi anche:  Folla, lacrime e applausi ai funerali di Nadia Toffa VIDEO

TORNA ALLA HOME PAGE