Apriamo gli occhi, torna a Trenzano la settimana educativa

Apriamo gli occhi 2019

Torna l’annuale appuntamento con «Apriamo gli occhi….per non berti il cervello», organizzato come sempre dalle comunità Parrocchiali di Trenzano e Cossirano in collaborazione con l’Amministrazione comunale e con il coordinamento del “Tavolo di politiche giovanili”.

L’evento promosso dal Comune e dalle parrocchie

L’evento, arrivato ormai alla quinta edizione, si è svolto lo scorso venerdì sera e ha visto la partecipazione attiva di adolescenti (all’Oratorio di Trenzano) e adulti (in sala Paolo VI a Cossirano). Lo scopo della serata era quello di svelare, cogliere e analizzare insieme ai ragazzi e agli adulti, che spesso e volentieri sono anche genitori, le insidie che si nascondono nell’uso dell’alcol che si tramuta sempre più facilmente in abuso. «Apriamo gli occhi…per non berti il cervello» tenta ancora una volta di rendere i giovani consapevoli dei rischi e dei pericoli che l’utilizzo, senza discernimento, di una sostanza come l’alcol può causare, specialmente per quanto riguarda l’ambito della sobrietà alla guida e dello sviluppo di una dipendenza. Secondo le ricerche più recenti dell’Oms infatti, l’alcol risulta essere responsabile di una morte ogni venti nel mondo, per un totale di tre milioni di decessi globali.

Leggi anche:  Senza frutto le ricerche dell'uomo caduto nel Garda

La messa di domenica 27

A conclusione dell’iniziativa, portata avanti anche grazie alla collaborazione del “Centro per la famiglia” di Orzinuovi, nella domenica immediatamente successiva si è tenuta una Santa Messa, aperta ai cittadini, al palazzetto dello sport, presieduta da padre Igor Manzillo, in ordine di rinnovare la speranza in un futuro migliore e per augurare ai giovani la nascita di un nuovo senso di responsabilità.