Apre ad Adro la segreteria dell’eurodeputato Oscar Lancini. Sarà punto di riferimento per aziende e cittadini e sarà inaugurata venerdì, 18 gennaio.

Apre ad Adro la segreteria dell’eurodeputato Lancini

Si terrà venerdì 18 gennaio alle 19.30 l’inaugurazione della segreteria locale dell’eurodeputato della Lega, Danilo Oscar Lancini. La sede sarà operativa nella sua amata Adro, da lui amministrata come sindaco durante i mandati 2004-2014. L’ufficio – al civico 2 di via Pezzotti – non avrà solo una funzione organizzativa, ambirà piuttosto a divenire un punto di riferimento sul territorio per cittadini ed imprese.

Una porta aperta su Bruxelles

Una grande opportunità, insomma, per privati, aziende ed associazioni di categoria alla ricerca di una liaison comunicativa con Bruxelles. L’ufficio sarà chiaramente anche la sede logistica locale dell’europarlamentare Lancini e sarà anche deputata all’organizzazione di eventi business internazionali. L’inaugurazione di venerdì vedrà la presenza di numerosi esponenti del movimento leghista, tra cui l’onorevole Giuseppe Donina, il segretario provinciale Alberto Bertagna, l’assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia Fabio Rolfi, il consigliere regionale Federica Epis, i segretari di circoscrizione-sezione e i sindaci della Lega. L’evento si chiuderà con un brindisi di buon augurio.

Leggi anche:  Inaugurazione della fiera agricola di Calvisano

“Desidero continuare a spendermi per il mio territorio e la mia gente”

“Il mio incarico in qualità di deputato al Parlamento Europeo è sostenuto dal mio desiderio di continuare a spendermi per il mio territorio e soprattutto per la mia gente – ha spiegato Lancini – Sappiamo bene come Bruxelles sia stata spesso lontana dai bisogni dell’Italia, non tanto per la distanza geografica, quanto piuttosto per una visione di palazzo anziché di popolo. Il movimento della Lega, cui appartengo da sempre, lotta per dare voce e risposte alle istanze della gente, ascoltando persone, lavoratori e imprenditori onesti che hanno il diritto di essere degnamente rappresentati a livello politico ed istituzionale. Lo spirito sarà quello positivo e propositivo, anche aperto ad accogliere critiche per un confronto costruttivo”.

TORNA ALLA HOME PAGE