Allarme polmonite: 45 ricoveri tra Asola e Mantova.

Nessun nuovo accesso

L’Asst di Mantova fa sapere che dalla giornata di ieri si sono ridotti gli accessi alle strutture di Pronto Soccorso di Mantova e Asola. Nella giornata di oggi, mercoledì 12 settembre, non si sono registrati accessi di pazienti con sintomi riconducibili a polmonite né al Pronto Soccorso di Mantova né al Pronto Soccorso di Asola.

45 ricoverati tra Asola e Mantova

All’ospedale di Asola sono al momento ricoverati 26 pazienti. All’ospedale di Mantova sono ricoverati 19 pazienti, uno dei quali si trova nel reparto di Anestesia e Rianimazione ed è in gravi condizioni. Gli altri pazienti sono invece in rapido miglioramento: nessuno di loro presenta una situazione critica, anche se in alcuni casi il quadro clinico risulta complicato da patologie preesistenti.

L’ipotesi legionellosi

Da un punto di vista della diagnosi, i dati acquisiti fanno propendere per l’ipotesi di Legionella come causa dell’epidemia. Il Tavolo di crisi dell’ASST, costituito dalla Direzione Strategica, sta lavorando sui vari fronti per mantenere la situazione sotto controllo, in collaborazione con l’ATS della Val Padana.

Leggi anche:  Senso unico alternato al Passo dell’Aprica

LEGGI ANCHE:

L’assessore regionale rassicura i cittadini

L’autopsia conferma: è legionella

Lunedì i risultati delle analisi

28 ricoveri ad Asola

Grave 29enne di Roe’ Valciano

Polmonite, cosa fare

Legionella: grave 55enne di Carpenedolo

138 contagiati per polmonite

“Pensiamo sia batterica”

Legionella, a scuola solo acqua in bottiglia

Il sindaco di Calvisano tranquillizza i genitori

Allarme polmonite, sale il numero dei contagi