La conta dei danni, in realtà, è ancora in corso. Seminterrati allagati, tetti danneggiati, alberi sradicati, sottopassi chiusi, blackout che hanno riguardato interi quartieri. Queste solo alcune delle problematiche segnalate dai cittadini residenti a Erbusco e Rovato. In seguito all’alluvione che ieri, lunedì, ha colpito il bresciano.

Allagamenti e danni a Erbusco

In vaste zone del territorio comunale le strade si sono trasformate in fiumi in piena. L’acqua scesa dalla collina, colma di detriti, ha invaso i seminterrati di numerose abitazioni. Il sottopasso tra Erbusco e Zocco era allagato. I Vigili del fuoco e la Protezione civile sono intervenuti alla casa albergo per anziani Valotti. Ma uno dei punti più critici resta via dei Colli. Una zona già duramente colpita negli anni passati dai nubifragi. E che stavolta è stata flagellata. Per tutta notte sono entrate in azione le idrovore, per aspirare l’acqua dai garage, completamente allagati. Un inferno per  i residenti.

Tanti interventi a Rovato

A Rovato i volontari del gruppo comunale di Protezione civile sono stati mobilitati dalle 18 in avanti. In azione due squadre, coadiuvate da una quindicina di volontari. Tantissime le segnalazioni, per le esondazioni di Plodio e Carera. Cantine allagate nella zona di via Costituzione e dintorni. Sott’acqua i garage dei condomini di via San Fermo. Problemi soprattutto per l’allagamento dei sottopassi: la pericolosità ne ha reso necessaria la temporanea chiusura. Segnalata anche la caduta di un cipresso al cimitero. Ma la conta dei danni, purtroppo, è ancora in corso.

Viabilità in tilt

Tantissimi i disagi alla circolazione. Oltre ai sottopassi impercorribili, i principali problemi hanno riguardato l’uscita del casello autostradale A4. Allagate in generale tutte le principali strade sia a Rovato che a Erbusco: una situazione che ha provocato rallentamenti nelle ore serali di punta. Molte le segnalazioni al 112 e al comando rovatese della Polizia Locale. Nella serata ci sono stati anche alcuni blackout: strade e abitazioni al buio in vaste zone del paese. In azione per fronteggiare l’emergenza anche la Protezione civile di Corte Franca.

Leggi anche:  Erbusco: arrestato 26enne kosovaro ricercato internazionale

Torna alla Home Page