Alla grande la quinta Fiera del bambino naturale. Soddisfazione degli organizzatori e degli espositori: confermati i numeri registrati lo scorso anno con 15.000 visitatori.

Alla grande la quinta Fiera del bambino naturale

L’appuntamento in Villa Mazzotti, a Chiari, si è confermato un cult. Nel week end sono stati circa 15mila. E’ stato registrato interesse crescente per laboratori e incontri e un format vincente che mette insieme temi educativi e le buone pratiche di accudimento, all’insegna della sostenibilità. Numeri da record: 15.000 visitatori per oltre 45 incontri, tra laboratori e momenti di approfondimento. Tanta soddisfazione anche da parte degli espositori che confermano la validità dell’iniziativa, anche in termini di maggiore sensibilità per l’educazione e per l’ambiente.

L’appuntamento

Promossa da Associazione Montessori Brescia, Montessori Brescia Soc.Coop, Associazione L’Impronta e Il Leone Verde editore, in collaborazione con Associazione Kairos la Fiera è patrocinata da Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Città di Chiari, ASST Franciacorta, Opera Nazionale Montessori e Associazione “Nati per leggere” Lombardia.Bambini più sereni se aumenta la consapevolezza dei genitori: tantissimi i papà, le mamme, gli educatori e i bambini che hanno partecipato a laboratori e incontri. “Siamo molto soddisfatti dei numeri registrati anche per questa edizione. Crediamo che il fattore vincenti sia il format che ha saputo mettere insieme competenze trasversali e multidisciplinari che coprono tutta la sfera educativa, puntando sulla formazione e sulla concreta applicazione delle buone pratiche, attraverso laboratori, giochi di abilità, stand con offerte di qualità e incontri tematici. La fiera è diventata un momento di condivisione di esperienze che a sua volta genera consapevolezza e“fa scuola”. Il nostro obiettivo è quello di raggiungere un numero sempre crescente di operatori impegnati a vario titolo nel processo educativo per contribuire a migliorare il percorso verso l’età adulta nel rispetto di ciascuna individualità e dell’ambiente”, ha commentato Daniela Mena, organizzatrice e vicepresidente de L’Impronta.

Leggi anche:  Azione congiunta e continuativa sui Cinque Continenti

D’accordo anche Rosa Giudetti, presidente dell’Associazione Montessori. “Su sollecitazione di diverse realtà educative, stiamo lavorando ad un modello di Fiera che porteremo in altre città italiane per fare rete con esperienze  attive sui territori, creando così quella sinergia che, partendo da Brescia, arrivi a creare maggiore sensibilità ai temi educativi per alimentare in modo virtuoso il dibattito sull’educazione responsabile”, ha spiegato.

Il commento dell’Amministrazione

Il sindaco, Massimo Vizzardi, presente all’inaugurazione ha evidenziato l’importanza per tutto il territorio di questa manifestazione che è diventata un punto di riferimento per famiglie, educatori e insegnanti che arrivano da tutto il nord Italia. “Questa Fiera si inserisce anche nel lavoro di Officina Educazione che vede più o meno la stessa rete di collaborazioni e porta avanti i suoi progetti di formazione educativa durante tutto l’anno, mantenendo la sua sede saldamente a Chiari”, ha commentato Vizzardi presente insieme all’assessore alla Cultura Laura Capitanio.